D'accordo, non proprio penna e calamaio, concedetemi almeno una vecchia Olivetti!

ULTIMO USCITO

I miei libri

Presentazione video

Book trailer

Book trailer


Le avventure di Arpetta/ The Adventures of Baby Harp/ Les aventures de P'tite Harpe  Didattica attiva 2017 (libro illustrato bilingue it-en, it-fr)

Terra,mare e altrove, Cosmo Iannone 2017, collana Kumacreaola, scritture migranti diretta da Armando Gnisci

Guanti bianchi - racconti dedicati a tutti i bilingui nell'anima -DrawUp 2015


Tre poesie pubblicate su The dreaming machine

Zaratan or the Aspidochelone

 

Aflush on the surface

of the rough choppy sea

il mare

the back of a big whale

covered with foam,

you seem to emerge to steal

breath

respiro.

CONTINUA su The dreaming machine 


LA BAMBINA SENZA PAROLE

 

da Guanti Bianchi - racconti dedicati a tutti i bilingui nell'anima, DrawUp 2016

 

Quei suoni rimbombavano nella sua testolina, fragile, ma già matura abbastanza da capire che qualcosa si era guastato. Da quando quel giorno aveva saputo dell’incidente, non era più riuscita neanche a giocare con quei suoni. Era come se una parte del suo cervello si fosse oscurata, così d’improvviso e, insieme a suo padre, fosse morta per lei tutta una civiltà, un’identità, una cultura. «Torno presto» le aveva detto sulla porta e, come accadeva ogni volta, le aveva dato un buffetto affettuoso sulla guancia ed era uscito di casa con la sua ventiquattrore. Si era allontanato come ogni volta, con la promessa di tornare. Non era solito ... continua nel sito La Macchina Sognante

 

Pubblicato su La Macchina Sognante

Avrai

racconto contenuto nell'antologia "Cover Le canzoni della nostra vita" Giulio Perrone editore

 

Lettera ad un bambino del mondo

 

(da "Avrai" di Claudio Baglioni)

Avrai sorrisi sul tuo viso?  Ti auguro che nessuno sia stato in grado di togliertelo, il sorriso, né in nome di un'ideologia che distrugge, né per il lato oscuro che c'è in ognuno di noi. Il tuo sorriso sarà sul tuo viso come lo era ad agosto nelle estati infantili popolate da grilli e stelle. Cosa vorrà dire per te "agosto"? Mi domando se questo antico nome che scandisce il tempo avrà lo stesso significato che ha per me che ho vissuto una vita lontana dal mio agosto, ma che sempre tornavo a quell'agosto di bambina. continua su Cultura al femminile

 

 


Quando penso a un migrante...sento "Una lingua da cui si vede il mare" in Il Fatto Quotidiano

Una lingua è un luogo da cui si vede il Mondo e nel quale si tracciano i limiti del nostro pensare e sentire.
Dalla mia lingua si vede il mare. continua


Il bambino e il pianista

Gli occhi sgranati, la bocca socchiusa, lo sguardo fisso, il bambino era lì in piedi, a pochi passi da quello strumento tanto comune quanto insolito in strada. Tra le mani un palloncino. Il pianoforte vibrava, le dita correvano sulla tastiera viva e l’aria intorno si scaldava. I motori potenti si inchinavano all’incontro con le note, lasciavano loro il passo e sembravano ritrovare quella cavalleria ormai perduta rispetto alle cose belle. 

 

                  dal racconto "Il bambino e il pianista"

                                           in